Affitti in nero per prostituzione

Un'operazione volta al contrasto dello sfruttamento della prostituzione e dell'emissione di fatture per operazioni inesistenti ha coinvolto oltre 80 militari delle compagnie carabinieri e Guardia di finanza di Bassano (Vicenza). Il bilancio parla di tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, due ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari, tre informazioni di garanzia a carico di altrettanti indagati, il sequestro preventivo di un appartamento e due autovetture, l'ispezione di 15 appartamenti utilizzati per il meretricio fra le province di Vicenza e Treviso, perquisizioni personali a carico di arrestati e coindagati. Il quadro emerso dall'indagine dell'Arma è quello di una fiorente "organizzazione logistica" al servizio del miglior offerente nel campo della prostituzione, con un astuto sistema di sub-affitto "in nero". I militari hanno individuato gli appartamenti che sono stati affittati tramite prestanome a prezzo di mercato, per poi essere proposti a prezzi maggiorati fino al 500%.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il Giornale di Vicenza
  2. Oggi Treviso
  3. Oggi Treviso
  4. Oggi Treviso
  5. Oggi Treviso

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Zenone degli Ezzelini

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...